La lampada PH Artichoke, creata da Poul Henningsen nel 1958, è uno dei classici del design e uno dei capolavori del designer. Fu originariamente creata per un ristorante di Copenaghen – dal nome Langelinie Pavilion – dove queste lampade sono ancora in uso. La leggenda narra che alla luce e alla sua forma contemporanea Henningsen sia arrivato tramite la volontà di superare le ombrose lampade a petrolio della sua infanzia, nascondendo la sorgente luminosa. 

 

Nella versione base, la lampada è costituita da 72 foglie disposte a ‘carciofo’ o a camelia rovesciata, fissate su archi metallici. Grazie a questa frammentazione di superfici, la fonte di luce non risulta visibile e la lampada crea una luce diffusa e soffusa, come era nelle intenzioni di Henningsen. Ne esistono molte versioni, in diversi materiali e metalli, anche con sorgenti a LED, per una progressiva evoluzione dell’icona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *